Avviso

Avviso

Recensione 'La lunga notte del signor Otto' di Vanessa Barbara


TITOLO: La lunga notte del signor Otto
AUTORE: Vanessa Barbara
EDITORE: Corbaccio
PAGINE: 158
GENERE: letteratura straniera
PREZZO: 12.90 €
eBOOK ita: 8.99 €

Otto e Ada sono sposati da cinquant'anni, ma una mattina, senza alcun preavviso, Ada ha un malore e muore, e Otto si ritrova solo.
Dalla morte di Ada, Otto si chiude in sé stesso e chiude a chiunque le porte della sua casa, non riesce ad accettare una vita senza la moglie che, con la sua personalità trascinante e i suoi tanti eccentrici rituali, scandiva la sua giornata infondendo vitalità nella sua routine. Ada, instancabile, curiosa, chiacchierona, era l'anima della casa e del quartiere, si interessava a tutti, conosceva ogni episodio accadesse all'interno della comunità e coinvolgeva con entusiasmo anche il marito nelle vicende del vicinato. Vicinato che adesso risulta quasi ostile all'anziano vedovo. Otto, infatti, dalla morte della moglie percepisce nei comportamenti dei vicini qualcosa di diverso e misterioso, e da questo sospetto si dipana tutta una serie di pensieri e ipotesi che andranno poi ad intrecciarsi con i pensieri e le azioni degli altri personaggi.
La lunga notte del Signor Otto è un libro che si legge in poche ore e che, a mio avviso, presentava molte potenzialità iniziali. La storia infatti incuriosisce, ci si immagina questo signore anziano che in qualche modo cerca di sciogliere un mistero che potrebbe essere collegato con la morte dell'amata moglie.
Invece, purtroppo, non è così, perché i sospetti di Otto rimarranno tali e quali fino alla fine e lui rimarrà all'oscuro di tutto. Il lettore viene a conoscenza della verità tramite i racconti di altri personaggi che con le loro strane personalità vanno a costruire un'atmosfera del tutto surreale.
La parte che mi è piaciuta di più riguarda la narrazione delle abitudini di Ada e Otto, i loro equilibri di coppia, le manie e le stravaganze della donna che con la sua straripante voglia di vivere completava in maniera perfetta i silenzi e le pause di quell'uomo burbero e taciturno. 
Per il resto ho faticato a trovare un senso alla narrazione e non sono riuscita ad apprezzare appieno nessuno dei personaggi, risultati piuttosto statici e irreali.
Ne consiglio comunque la lettura perché è scritto bene, non è un libro che ruba troppo tempo, regala delle simpatiche scene di vita di coppia e magari qualcun'altro potrebbe apprezzare più di me l'atmosfera irreale, quasi onirica, che permea il romanzo.


La mia nota curiosa
Uno dei vicini di Otto, nonostante il nome sia differente, può essere identificato come il tenente Hiroo Onoda, il giapponese che ignorava la fine del secondo conflitto mondiale e solo nel 1974 si arrese dietro esplicito ordine del suo ufficiale superiore, giunto appositamente sull'isola di Lubang. 


Frase sottolineata
Ada era un tipo da cinquanta idee al minuto, tutte elettrizzanti e da realizzare con urgenza.


VALUTAZIONE
- Sorrisi 
- Lacrime 
- Risate 
- Suspense 
- Brividi 
- Rabbia 


VOTO 


Profumosità
Letto in formato ebook.


Commenti

  1. Ti saprò dire presto, visto che è nella mia lista di lettura autunnali. Eh...gli ebook non profumano, purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aspetto con ansia! :) gli ebook non profumano, ohibò

      Elimina
  2. Anch'io lo leggerò magari non quest'anno ma lo farò, sono incuriosita "dalle simpatiche scene di vita di coppia", magari riconosco me e il mio compagno in qualcuna di queste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando Otto ricorda la sua vita con Ada c'è spazio per i sorrisi e le emozioni, quelle pagine le ho trovate belle! ^-^

      Elimina
  3. Il titolo è buffo, la cover anche, poche pagine, insomma non si cade dall'alto! Credo che se avrò occasione lo leggerò!

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari