Avviso

Avviso

Recensione 'Tutto torna' di Giulia Carcasi

TITOLO: Tutto torna
AUTORE: Giulia Carcasi
EDITORE: Feltrinelli
PAGINE: 122
GENERE: romanzo italiano
PREZZO: 7,00 €
eBOOK ita: 7,99

Diego è un docente universitario che lavora alla revisione di un dizionario, vive con la madre, affetta da Alzheimer, e all'ombra di un padre cinico e anaffettivo. 
In lui tutto è metodo e schema, tutto è ordine e precisione e, in un continuo esercizio mentale, analizza le parole chiudendole in barattoli immaginari. Ma Diego imbottiglia anche le emozioni, le sterilizza, le soffoca. 
In un dei suoi continui spostamenti Roma-Pisa incontra una ragazza, Antonia, l'imprevisto. Se Diego è ordine e metodo, Antonia è fiducia, tenerezza, irriverenza, abracadabra, orgoglio, vino rosso, fascino, sogno, disarmo, pioggia, sete, rifugio, canzone.
E da quel momento nella sua vita si apre una breccia, una piccola fessura dalla quale la luce illumina il suo mondo stinto.
Ma si tratta di colori troppo accecanti per durare nel tempo...qualcosa spezzerà l'incanto e la realtà irromperà di colpo nella loro vita. E, forse, nulla tornerà.

Tutto torna è un libro che ho fatto fatica a classificare e che fatico ancora a descrivere. E' una lettura breve, e all'inizio ho stentato ad adattarmi allo stile dell'autrice, fatto di periodi corti e spezzati, a volte anche confusi.
Andando avanti ho superato questo ostacolo e ho iniziato ad addentrarmi nella storia, nei pensieri di Diego, nelle sue riflessioni che a tratti si fanno musicali e poetiche.
Ma questo effetto è durato ben poco perché troppo presto è subentrato un finale aspro, improvviso, interrotto. 
Ho appezzato molti spunti del libro, alcuni pensieri di Diego mi hanno emozionato, ma  voltata l'ultima pagina mi è rimasta una sensazione di smarrimento. Ieri, a lettura conclusa, non sono riuscita a trasferire su carta quello che provavo, non riuscivo a capire se il libro mi fosse piaciuto o meno, e mi sono concessa un altro giorno per pensarci.
Oggi le mie idee sono più chiare, so di aver apprezzato l'essenza della storia, una storia d'amore e solitudine, di tenerezze e paure, una storia lieve e poetica. Allo stesso modo so a cosa imputare la sensazione di vuoto seguita alla lettura. Mi sarebbe piaciuto che i personaggi avessero ricevuto un maggiore approfondimento psicologico, risultando meno astratti. E poi ho percepito un mancato sviluppo della storia, che balza da un inizio accennato ad una fine che sovrasta, avrei preferito qualcosa di più graduale. Nonostante ciò questo libro mi ha emozionato molto e lo consiglio a chi cerca una storia breve e incentrata sui sentimenti.
A me è rimasto il desiderio di leggere altro di questa autrice, magari un romanzo più corposo che possa darmi un quadro più completo sul suo modo di raccontare.

Nota sull'autrice 
Giulia Carcasi è nata a Roma nel 1984, dove vive e studia Medicina. Ha pubblicato il suo primo libro nel 2005, Ma le stelle quante sono, nel 2007 Io sono di legno, nel 2010 Tutto torna e nel 2012 Perché si dice addio, solo in formato ebook. 

La mia nota curiosa 
In un'intervista Giulia afferma che scrivere è per lei "...come fare ordine in un armadio, con i vestiti che non devi accartocciare né buttare alla rinfusa, e poi chiudere l’armadio. È un ordine preciso da dare ai ricordi, alle emozioni, che sono i vestiti sulla stampella."

Frase sottolineata
Fuori piove e tu sei la persona con cui voglio guardare fuori quando fuori piove.

Commenti

  1. ufficialmente adoro la tua grafica!
    PS:sono una tua nuova follower

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie *-* felice di averti tra i miei lettori!

      Elimina
  2. Io tempo fa ho letto :io sono di legno...è stata una lettura breve ma piacevole, potresti provare con quello.

    RispondiElimina
  3. Non lo so se fa per me, anche se incuriosisce, non lo metto in dubbio. Diciamo che non lo avrei notato in libreria e con tutti quelli meravigliosi che ci consigli sempre sul tuo blog, mi sa che questo rimane in stand-by!!

    RispondiElimina
  4. Mmm, mi aspettavo qualcosa di più da questo libro.. Credo che proverò a leggere prima Io sono di legno , poi approderò a questo romanzo, ma questa frettolosità non mi fa ben sperare!

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari