Avviso

Avviso

Recensione 'Reykjavìk Café' di Solveig Jonsdottir


TITOLO: Reykjavìk Café
AUTORE: Solveig Jonsdottir
EDITORE: Sonzogno
PAGINE: 317
GENERE: romanzi stranieri
PREZZO: 17,50 €
eBOOK ita: 9,99 €

Qui la sinossi del libro.


Nel freddo inverno islandese, Hervòr, Karen, Silja e Mia, sono delle trentenni alle prese con situazioni sentimentali e lavorative caotiche, indefinite, insoddisfacenti. Hervòr desidererebbe viaggiare e avere accanto una persona che la consideri speciale, mentre si trova incastrata in un impiego che non la soddisfa e in una relazione senza via d'uscita. Karen vive con i nonni materni, un grave lutto ha sconvolto la sua vita, ha smesso di cercare una felicità che crede di non meritare e si consuma in serate alcoliche e in relazioni transitorie. Silja è un medico, è sposata da poco più di un anno con un uomo che l'ha tradita già una volta, privandola di ogni certezza. Mia ha un lavoro che detesta, convive con Daniel da cinque anni, in un appartamento in cui il loro rapporto non è più quello degli inizi. Cosa hanno in comune queste ragazze? Non molto, se non che le loro esistenze orbitano, per motivi differenti, intorno al Reykjavìk Café.
Con Reykjavík Café è stato amore a prima vista. La cover mi ha subito colpita e sono felice di essermi fidata del mio istinto perché si è rivelato esattamente la lettura di cui avevo bisogno.
Le protagoniste di questo romanzo hanno storie, caratteri, trascorsi e vite molto diverse. Sono accomunate dall'età - che si aggira intorno ai trent'anni - e dal caos emotivo che regna nelle loro vite. In una fase in cui si cercano certezze e punti fermi, Hervòr, Karen, Silja e Mia, brancolano nel buio, annaspano, si smarriscono, sbagliano, subiscono e si difendono, sperimentando sulla loro pelle quanto sia complicato raggiungere un pezzetto di autentica felicità.
Ho apprezzato lo stile di questa autrice: semplice, arguto, eppure caldo e avvolgente. Ciò che la sua penna ci presenta è un punto di vista privilegiato, una visuale dal buco della serratura che invita a riflettere sulla precarietà dei sentimenti, sulle pieghe inaspettate di relazioni trascinate, su quanto la stabilità sia spesso solo un'illusione.
Le quattro ragazze si trovano a vivere il risvolto della medaglia dei rapporti sentimentali: tradimenti, perdite, abbandoni, solitudine, rabbia, amarezza. Ma l'autrice è bravissima ad affrontare tutte queste tematiche con una sottile vena ironica, perché si sa, la vita va avanti nonostante tutto e forse alcune rotture servono per costruire qualcosa di nuovo e migliore.
Reykjavík si rivela lo scenario ideale per queste storie, il freddo e cupo inverno è un po' lo specchio degli stati d'animo...in giorni bui, in cui il sole e la luce durano solo poche ore, è più complicato scorgere il lato migliore delle cose. E il Reykjavík Café appare un rifugio dolce, accogliente, sicuro.
Per tutta la narrazione le nostre protagoniste si sfioreranno senza incontrarsi, spesso si troveranno l'una accanto all'altra senza saperlo, perché quando si sta male si è troppo concentrati sul proprio dolore per scorgere quello altrui, e solo in alcuni punti le loro vite si incroceranno. 
Ieri, a lettura conclusa, ho avuto la netta sensazione di perdere delle amiche di vecchia data, ma non era un addio, si trattava di un arrivederci e spero davvero che questa storia possa avere un seguito, perché la primavera islandese ha molte promesse da mantenere. 

Nota sull'autrice
Sólveig Jónsdóttir ha studiato scienze politiche e vive a Reykjavík, dove ha lavorato come giornalista alla redazione di «Lifestyle Magazine». Da tre anni è capo della comunicazione di UNICEF Islanda. Reykjavík Café è il suo primo romanzo.

La mia nota curiosa 
La storia è ambientata a Reykjavík nei mesi tra gennaio e febbraio, in cui il momento dell'alba si aggira tra le 11 e le 11:30 e il tramonto avviene intorno alle 16.

Frase sottolineata
Ero un uomo tremendamente felice, allora. Non avevamo molto ma costruimmo una bella casetta. Non ero mai stato tanto felice di tornare a casa come quando aprivo le porte della nostra bicocca e c'era lei, sorridente, che canticchiava qualche canzoncina, impegnata a fare qualcosa. Da allora non ho mai più avuto la sensazione di tornare a casa. Ho varcato la soglia di molte case e di molti appartamenti dove ho abitato, ma non è più stato come tornare a casa.

VALUTAZIONE
- Sorrisi ✓ - Lacrime ✓ - Risate ✓ - Suspense X - Brividi X - Rabbia X


VOTO

Profumosità

Commenti

  1. Lo voglio assolutamente!!!
    Ero già stata conquistata dalla cover ma ora il tuo pensiero mi ha convinta ancora di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo libro è piacevole come una pausa caffè :)

      Elimina
  2. Lo voglio anche io!!! *-* Devo conoscere queste donne pure io....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero anche tu possa trascorrere qualche piacevole ora in loro compagnia! ♥

      Elimina
  3. L'ho visto ieri in libreria e la copertina è bellissima!! Lo comprerei solo per la cover!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io sono stata folgorata dalla cover!!! ^-^ a volte in questi casi il contenuto delude, per fortuna non questa volta!

      Elimina
  4. La cover è bella e dalla tua recensione scorgo qualcosa che potrebbe regalarmi momenti di lettura soddisfacenti. Ok segnato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) a me ha regalato momenti davvero piacevoli, tanto da essermi affezionata alle quattro ragazze :*

      Elimina
  5. Curiosissima di leggerlo!!! *_*

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. fondamentalmente sono delle storie semplici, ma ho apprezzato molto il modo in cui vengono raccontate :)

      Elimina
  7. ...anche a me affascinava la copertina ma ora che leggo la tua recensione fila diretto in wishlist! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. yeeeah! :) felice di aver contribuito ad allungare la wish!

      Elimina
  8. Scommetto che, invece, a me dirai "non lo leggere". Ho indovinato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so se potrebbe piacerti, è scritto molto bene, affronta le relazioni sentimentali da diverse angolature, fossi in te non lo escluderei...fossimo più vicine te l'avrei prestato! *-*

      Elimina
    2. Fossimo più vicine, verrei a leggerlo sul tuo divano 😁

      Elimina
  9. Comprato grazie a te cara!!! Adesso aspetta solo di essere letto. E dopo questa recensione penso che i tempi saranno abbastanza brevi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di scoprire se ti piacerà! ♥ ♥ ♥

      Elimina
  10. La cover è davvero bella, sulla trama ho qualche riserva. Però se è scritto bene potrebbe piacermi, ricorda un po Chocolat in cui le varie esistenze ruotavano attorno alla cioccolateria. Intanto me lo segno tra i forse.

    RispondiElimina
  11. Bellissimo libro!!!! Però non so se ho interpretato correttamente il finale. Potete aiutarmi? Grazie!

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari