Recensione 'Il manuale dello stagista killer' di Shane Kuhn



TITOLO: Il manuale dello stagista killer
AUTORE: Shane Kuhn
EDITORE: Time Crime
PAGINE: 343
GENERE: thriller
PREZZO:  9,90 €
eBOOK ita: 4,99 €

Qui la sinossi del libro.

John ha venticinque anni e all'apparenza è un comune stagista di un illustre studio legale di New York. Ma l'apparenza in questa storia ha un ruolo fondamentale perché ha lo scopo di celare la sua vera identità. John Lago lavora in realtà per Risorse Umane S.r.l., una società che assolda abili killer con lo scopo di eliminare dirigenti corrotti. Quella che nasce come la sua ultima missione prima del meritato congedo, finirà per stravolgere ogni sua convinzione.
Il manuale dello stagista killer è un thriller d'azione edito TimeCrime, che ringrazio per l'omaggio. E' senza dubbio un libro che si fa leggere, ha una struttura accattivante e un bel ritmo serrato.
La forma è proprio quella del manuale. John Lago, alla sua ultima missione, decide di scrivere una guida da lasciare in eredità ai suoi colleghi, un compendio di tutto ciò che ha imparato nella "professione" da killer.
Le pagine del manuale si alternano a trascrizioni di intercettazioni a cura del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, fornendoci un quadro completo sui fatti.
John, come lui stesso riconosce, è una macchina progettata per uccidere, allevato fin dall'infanzia a tale scopo, cresciuto in un mondo di odio e violenza dove l'assassinio è l'unico modo per sopravvivere. Bob, a capo della Risorse Umane S.r.l., gli affida quello che dovrebbe essere il suo ultimo incarico: infiltrarsi come stagista in uno dei più noti studi legali di New York, individuare il socio corrotto, ed eliminarlo.
Quello che John non ha previsto è la presenza di Alice, la brillante e seducente stagista che lavorerà al suo fianco e che sovvertirà ogni sua regola. Perché tutti hanno un punto debole e John non è da meno.
Il manuale dello stagista killer è un thriller che mi piace definire ricco. La scrittura è piena, irriverente, intessuta di riferimenti, intrisa di umorismo nero.
La storia è molto american style: Manhattan sullo sfondo, un protagonista spavaldo, sparatorie e aggressioni, colpi di scena, amici che diventano nemici, spargimenti di sangue e dinamismo scenico.
John Lago è il classico duro senza paura, ma ciò che lo contraddistingue, rendendolo adorabile, è la sua ironia, uno spiccato senso dell'humor che gli conferisce un tratto incredibilmente umano. Raramente in un thriller mi è capitato di ridere così tanto e infatti credo che questa etichetta non calzi a pennello. Più che thriller io lo definirei una commedia nera.
John è lucidamente consapevole di ciò che lo circonda, di quanto il suo lavoro sia disprezzabile, delle sofferenze che lo hanno condotto alla vita attuale che tutto è stata fuorché una scelta consapevole. Quella in cui si trova incastrato è l'unica esistenza che ha conosciuto, e nonostante ciò è intenzionato a venirne fuori. A ricominciare. Ma l'ultima missione in cui è impantanato si complica di giorno in giorno. Per la prima volta John non deve limitarsi ad eliminare l'obiettivo ma deve anche individuarlo. Alice, la sua collega stagista, probabilmente non è chi dice di essere e Bob, il suo capo, metterà in atto delle azioni che lo destabilizzeranno.
E poi ci sono le emozioni, che Lago fino ad ora ha accuratamente sepolto sotto strati di addestramento e razionalità, e che improvvisamente riemergeranno rendendolo vulnerabile.
Non vi svelo altro per non intaccare il desiderio di gustare questo esilarante thriller made in USA.

Nota sull'autore
Shane Kuhn è uno scrittore, regista e produttore, con quindici anni di esperienza di lavoro nel mondo dello spettacolo e della pubblicità. Egli è anche uno dei co-fondatori originali del Slamdance Film Festival.

La mia nota curiosa 
Dal libro sarà tratto un film per la Sony Pictures.

Frase sottolineata
Gli stagisti non hanno un volto. Possono anche occupare per anni il vostro stesso spazio, ma per niente al mondo riuscirete mai a ricordarne i nomi.


VALUTAZIONE
- Sorrisi  - Lacrime X - Risate  - Suspense  - Brividi X - Rabbia X



VOTO
Più che piacevole.



Profumosità
 

Commenti

  1. Ma sembra bellissimo *-* Devo dire che dal titolo non mi avrebbe ispirata.. Credo sia difficile combinare l'umorismo con l'azione (già è complesso e non sempre riuscito nei film) e se Kuhn è riuscito nell'impresa allora devo leggere il risultato :P Bella recensione :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo, è una combinazione originale! ;) grazie!!!

      Elimina
  2. Ahahahaah il titolo è tutto un programma :)

    RispondiElimina
  3. Come sai questo titolo mi attirava un sacco! Quasi quasi ci faccio un pensierino...

    RispondiElimina
  4. Sembra un libro fatto per me :) Il titolo non ispira molto a dire il vero,ma la tua recensione gli da una possibilità.Anche questo finisce nella lista dei libri da leggere :)

    RispondiElimina
  5. Sembra bello!
    http://lucetta91.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. L'ho letto qualche mese fa e mi è piaciuto tantissimo! John Lago è un personaggio che si fa davvero amare e non vedo l'ora di leggere il sequel che in America è uscito questa estate! Consigliatissimo! +++++

    RispondiElimina
  7. non conoscevo questo libro.. ma giovedì sera girovagavo sul tuo blog alla ricerca di un'ispirazione per qualcosa da leggere e taaaadannn!!!!! la ragazza che annusava i libri è sempre una certezza!

    RispondiElimina
  8. non conoscevo questo libro.. ma giovedì sera girovagavo sul tuo blog alla ricerca di un'ispirazione per qualcosa da leggere e taaaadannn!!!!! la ragazza che annusava i libri è sempre una certezza!

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari