Avviso

Avviso

Recensione 'Il rumore della pioggia' di Gigi Paoli | Giunti


Titolo: Il rumore della pioggia
Autore: Gigi Paoli
Editore: Giunti
Pagine: 288
Genere: noir
Prezzo: 15,00 €
eBook: 9,99 €
Omaggio CE

Nota sull'autore
Gigi Paoli - (Firenze, 1971), giornalista, è stato dal 2001 e per 15 anni il responsabile della cronaca giudiziaria della redazione di Firenze del quotidiano La Nazione. Dal marzo 2016 è caposervizio della redazione di Empoli. Vive a Prato assieme alla figlia teenager, una gatta nera e tanti libri. Il rumore della pioggia è il suo primo romanzo.



Quella città era come il labirinto degli specchi che si trovava ogni tanto nei vecchi lunapark: ovunque ti girassi, qualunque cosa guardassi, niente era davvero come sembrava.
Né le cose, né le persone.
Carlo Alberto Marchi scrive di cronaca giudiziaria sul Nuovo Giornale di Firenze. La sua vita si divide tra la casa in cui vive con la figlia di dieci anni, Donata, la sede del giornale per cui lavora e il Palazzo di Giustizia, ribattezzato da Carlo "Gotham City" per le sue forme cupe e spigolose.
In una piovosa giornata di novembre, Marchi apprende una notizia che potrebbe regalargli uno scoop: il commesso di un prestigioso negozio di articoli sacri è stato assassinato in via Maggio, la via degli antiquari di Firenze. I locali del negozio sono di proprietà della Curia e proprio al piano di sopra ha sede l'Economato. Il giornalista cercherà di estorcere notizie interessanti ai magistrati e nel frattempo intraprenderà una personale indagine che lo porterà a scoprire più di quanto avrebbe potuto immaginare. Il lato oscuro di una Firenze gotica farà capolino tra le pagine, mentre Marchi cercherà di conciliare il ruolo di reporter e quello di padre single di una preadolescente.
Il rumore della pioggia è un libro che mi ha piacevolmente sorpreso. Quando si parla di noir e di gialli italiani, quando gli ingredienti sono indagini e delitti, il rischio è sempre quello di trovarsi a leggere una brutta copia dei thriller americani, poco credibili se trasferiti tra le vie del bel paese.
E invece Paoli ci regala una storia magnetica, ben congegnata, realistica e dall'ambientazione semplicemente perfetta.
La carta vincente è sicuramente da rintracciare nella familiarità dell'autore con luoghi e situazioni descritti del libro, che gli consente di far muovere il suo protagonista come fosse un alter ego su carta. Ne risulta una storia nella quale è praticamente impossibile non entrare in sintonia con il protagonista: ironico, carismatico, imperfetto. Il senso dell'umorismo è arguto, pungente e necessario per un uomo che cerca di conciliare lavoro e vita privata, impresa tutt'altro che semplice visto che Carlo, smessi i panni del reporter d'assalto, si trasforma in una Mrs. Doubtfire in giacca e cravatta:
Volevo essere Tutti gli uomini del presidente ed ero finito a fare Mrs. Doubtfire. Bella prova. Pensavo a questo, abbruttendomi assai, mentre quella mattina di novembre stavo compìto e contrito, già in camicia blu e cravatta, nel ruolo che ultimamente mi si addiceva in modo magnifico. La lavastoviglie.
Mi è piaciuto molto il modo in cui il protagonista si divide tra i suoi due "amori". Un lavoro che nonostante i sacrifici, le frustrazioni, gli orari improbabili, svolge con la stessa passione degli esordi. E una figlia che forse non era nei suoi programmi iniziali e che pure ha finito per diventare la colonna portante della sua vita.
La vidi intercettare le sue amiche in piazza del Duomo per poi avviarsi verso la scuola. Mi tenni a distanza di sicurezza per evitare di farmi scoprire demolendo così la sua opinione di me, quella del babbo aperto di mente e fiducioso nelle capacità di autonomia e di responsabilità della figlia. Ma fino a che non la vidi entrare sana e salva nel grande portone della scuola, ebbi la conferma che una figlia femmina fosse la vendetta di Dio sull'uomo. Perché avrebbe potuto incontrare uno come eri tu alla sua età.
La vicenda e il modo in cui viene raccontata, celano la preparazione e la cura per i dettagli che solo un giornalista giudiziario può avere, con la bravura del Paoli scrittore a semplificare circostanze e tecnicismi per rendere il tutto comprensibile anche a chi non appartiene al suo stesso mondo. Il lettore scoprirà i retroscena dell'universo giornalistico, dove lo scopo è quello di dare 'buco' al giornale concorrente, dove la caccia alle notizie non fa sconti e la diplomazia e i compromessi sono pane quotidiano, seppur si scelga di non venire meno alla propria etica professionale.
L'intreccio coinvolge, senza forzature e tempi morti, e ho apprezzato che l'autore abbia puntato alla credibilità della storia, scegliendo di mettere a volte in secondo piano lo stesso protagonista, rinunciando di farlo apparire come un eroe a tutti i costi.
Perché Firenze in fondo non è Gotham e forse di eroi in calzamaglia non ne ha davvero bisogno. Lo sfondo del romanzo è una delle cose che ho più gradito, la città filtrata dagli occhi di chi ci vive, di chi vede molto al di là degli Uffizi e del Ponte Vecchio, di chi ne conosce punti deboli e fragilità, eppure la ama visceralmente.
Prova esordio superata a pieni voti, un noir italiano che vi consiglio di non perdere e che spero possa inaugurare una serie con protagonista Carlo Alberto Marchi.

Commenti

  1. Ciao Stefania, recensione esaustiva come sempre! Mi attira molto questo noir nostrano che mostra un protagonista con le sue debolezze. Firenze è una città meravigliosa e ben si adatta a far da sfondo a intricate storie. Prendo nota :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso proprio che ti piacerebbe, Aquila! ^-^

      Elimina
  2. Non amo molto questo genere ma da come ne parli penso che potrei prenderlo in considerazione!

    RispondiElimina
  3. Amo molto il genere noir,recensione convincente e sentita, in più ho un ottimo rapporto con gli esordi e questo senza dubbio merita :-)

    RispondiElimina
  4. Ciao Stefania, non conoscevo questo noir italiano, genere che spesso mi incuriosisce ma che altrettanto spesso mi delude. Mi hai catturato subito, mi attira molto e poi l'autore dovrebbe essere una garanzia di qualità.
    In wish list!
    Paola

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari